mercoledì 10 agosto 2016

Una Soluzione

Basta suppliche e attese e attese di punizioni.
Basta al Mai.
Ti ringrazio di non aver approfittato di me, di non aver raccolto la mia debolezza.
Di non avermi semplicemente detto, in questi interminabili week end estivi di solitudine: 
“Alzati dal divano e vieni a me”.
Avrei preso la macchina, spento il cellulare e ti avrei senz’altro raggiunta
.E sai che non è più questione di cosa mi sento di fare e cosa non mi sento di fare, perchè mi fido di te e mi affido a te.
Ma è arrivato il momento di guardarci in faccia e di chiederti:
“Perchè non mi hai chiamato?”
Perchè, se non mi vuoi chiamare, allora io non verrò mai.
Perchè mai troverò il coraggio.
Allora usciamo da qui, abbandoniamo per sempre questa stanza in cui non entreremo mai fisicamente, torniamo semplicemente complici nel peccato di conoscersi fino in fondo senza pur sfiorarsi che resta sempre, comunque, peccato.
Ma almeno non ci saranno più solitudini.
Nè silenzi.
Ma partecipazione al reciproco dolore.

Nessun commento: