venerdì 14 maggio 2010

Non sogno, son desto

Un sogno insolito, unico.
Ogni tanto sogno di corde e nudità, è vero, ma in quei sogni sono l'unico maschietto.
Stanotte, invece, è venuto a visitarmi il mio primo padrone: voleva provare anche lui.
Ma non mi riusciva di accontentarlo.
Così, in breve, siamo tornati agli antichi ruoli e nelle sue mani sono ricomparsi lacci e custodie di sigari.
Ci si ritrova nudi in fretta, nei sogni.